STUPRO 2014

rielaborazione scenica da "LO STUPRO" di Franca Rame

 

 

Gli uffici, immaginati , di una Questura;  freddi con luci al neon fredde. Un non luogo che la protagonista   e vittima di uno stupro riesce solo a immaginare. Non li vedrà mai. “Li denuncerà domani”… Cosa intercorre tra la violenza/trauma , immane ed efferata di una violenza sessuale e la NON denuncia della vittima? Un mondo. Un mondo fatto di pensieri, morte apparente, vita che scorre davanti, spaesamento, immobilità, perdita di ogni certezza e, come in un personale olocausto, perdita della propria dignità. Immagini e pensieri di un piccolo grande personale suicidio che, per paura, non si vuole raccontare agli altri, anche se dentro il cuore e l’inconscio, vive, si rigenera, fa soffrire e toglie ogni certezza.

 

 

CREDITS

con Benedetta Carmignani

regia Emiliano Minoccheri

produzione Ote Compagnia Le Saracinesche

 

© 2023 by JACK BANKS PHOTOGRAPHY. Proudly created with Wix.com
 

  • Twitter Clean
  • Flickr Clean